Cacciare i cattolici dal PD
Di Piton (del 08/02/2009 @ 17:59:49, in Amaro in bocca,  1705 lettori)
Cacciare i cattolici dal PD è diventato evento non più derogabile.

I cattolici non sono solo "normali credenti" in qualche strana religione o in qualche strano dio, i cattolici obbediscono al papa e questo è incompatibile con la laicità dello stato e la democrazia.

La chiesa ha effettuato una mossa molto efficace spalmando i suoi adepti in entrambi gli schieramenti così comanda sempre chiunque vinca le elezioni.

Uno dei motivi, se non IL MOTIVO principale della sconfitta delle sinistre è stato che, durante il loro mandato, non sono riusciti a produrre niente di sinistra bloccati come erano da esponenti cattolici infiltrati al loro interno.

E' necessario ristabilire chiarezza dei ruoli.

La difesa degli interessi del clero è sempre stata prerogativa delle destre, se anche le sinistre fanno le stesse cose delle destre si snaturano e si generano confusioni intollerabili.

Che se ne vadano da Berlusconi o da Casini o da Mastella, i cattolici.

Continuare a tenere la Binetti e compagnia bella dentro al PD è come continuare a mangiare le polpette avvelenate dal vaticano.

Insieme a loro non si può governare, proviamo senza.

In questi momenti di grande emozione popolare non si scorge a sinistra nemmeno UN leader capace di cavalcare l'onda.

Che pena.

Tutto questo "In My Humble Opinion"