Commento all'infedele
Di Piton (del 24/02/2009 @ 00:12:53, in Commenti,  1406 lettori)
L'infedele è appena finito.

La teodem dice che non vorrebbere stare in un partito dove cè una sola visione etica e Gad dice: "neanche io, anzi giammai" o qualcosa del genere.

Che diamine dici Gad ?

La teodem non ha detto "in uno stato dove c'è una sola etica" la teodem ha detto "in un partito..." Sono certo che hai capito male, se non fosse così le attuali posizioni all'interno del PD sarebbero per te *perfette* e non mi pare di cogliere questo tuo pensiero, quindi hai capito "stato" invece che "partito".

Però quanto fumo.
Che gente contorta.
L'unico chiaro e diretto è stato il toscanaccio vincitore.
Secondo me ha davvero un futuro.

Anche tu, però...
che ci voleva a dire chiaramente alla teodem che ciò che vuole farci si chiama *violenza* e che mai nessun bla bla bla potrà convincere qualcuno che sia giusto che qualcun altro decida modi e tempi del suo  fine vita.

Per simmetria, che direbbero *loro* se noi si decidesse, a colpi di maggioranza, tempi e modi della loro morte con le motivazioni ricche di sofisticati bla bla bla che anche noi sappiamo produrre molto bene ?

Scommetto che griderebbero alla violenza, loro.
 A noi non è concesso ?

Mi risulta che "aggressore" si dice di colui che si muove per primo per costringere l'altro alla sua volontà e che la resistenza a tale aggressione si chiama *legittima difesa*.