Il termine cotoletta deriva da "costoletta" , nella sua versione
originaria mantiene appunto la costola, usata come manico.

Sbatti le uova senza sale e immergici le costolette
per una mezz'ora.

Passale poi nel pangrattato facendolo aderire bene
alla superfice della carne premendo leggermente con le mani
da ambo i lati.

Friggi in abbondante burro "chiarificato", (vedi ricetta)
e la temperatura mantienila sui 150░C.

La cotoletta deve cuocere cinque minuti per parte, muovi un po'
la padella per non farla attaccare al fondo.

Al burro puoi aggiungere la salvia e il pepe nero.

Quando risultano dorate poggiale su carta assorbente per eliminare
il grasso in eccesso.

Salale e servile ben calde.

Ingredienti: x 4

8 costolette di agnello
(o di girello - vitello
maiale - montone)
3 uova - pangrattato
sale - pepe - salvia a piacere

burro chiarificato per friggere