Lavora metą della farina con acqua e lievito a sufficienza, l'impasto
deve essere abbastanza morbido. Fai lievitare in una teglia coperta e
al calduccio fino al raddoppio, almeno 3 ore.

Sbatti le uova con il formaggio grattugiato e il sale, lasciandole
a temperatura ambiente. Fai ammorbidire lo strutto sbattendolo
con l'olio.

Dopo le tre ore lavora l'impasto lievitato con la farina restante,
aggiungendo le uova e i grassi.

Per ultimo aggiungi il formaggio a dadini.

Rimettilo nella teglia coperto da pellicola trasparente e lascialo
lievitare, ovviamente sempre al caldo, per circa 6 ore.

Inforna la teglia a 180° coperta con un foglio di alluminio
se non dispone di un coperchio proprio.

Dopo trenta minuti scopri e cuoci ancora un quarto d'ora fino a
doratura.

Controlla la cottura inserendo uno spiedino di legno o uno stecchino
che, quando estratto non deve risultare umido.

Sforna, lascia freddare alcuni minuti e poi estraila dalla teglia
affinchč possa eliminare l'eccesso di umiditą residua.

Se ce la fai a resistere sarebbe opportuno mangiarla
almeno un paio di giorni dopo.

Ingredienti:

200 gr. di farina 00 e 100 gr. manitoba
80 gr. di acqua
10 g di lievito di birra fresco
pił 1 cucchiaino zucchero

3 uova intere
150 gr. di formaggio grattugiato
metą parmigiano reggiano metą
pecorino
100 gr. di groviera a dadini
30 di strutto
20 g di olio
mezzo cucchiaino di sale
pepe a gusto
(olive nere snocciolate a chi piacciono)