E' il momento degli asparagi selvatici
Di Piton (del 18/04/2010 @ 14:25:45, in Una pianta alla volta,  26448 lettori)

Cliccando sulle foto si ingrandiscono

Per molto tempo non siamo riusciti ad apprezzarli perchè cucinati a frittata li trovavamo sgradevoli e troppo amari. Lessandoli prima di fare la frittata perdono l'amaro ma, non sanno più di niente e quindi, dopo i primi entusiasmi connessi alla loro ricerca e raccolta, gli scarsi risultati in cucina ce li avevano fatti quasi dimenticare.

Però, il sempre vivido entusiasmo degli "indigeni" per questa leccornia ci ha spinto ad una indagine culinaria più approfondita ed abbiamo scoperto che c'è un modo di cucinarli con la pasta che è risultato davvero eccellente.

La ricetta la trovate QUI

Prima di cucinarli è necessario raccoglierli, per raccoglierli è necessario vederli e per vederli è necessario sapere dove e cosa guardare.

Gli asparagi selvatici sono i "polloni" di una pianta che si chiama asparagina, quindi la prima cosa da cercare è proprio l'asparagina poi si guarda se dalla base del fusto o dalle sue immediate vicinanze la pianta ha prodotto i suoi nuovi "getti" primaverili che sono gli asparagi.

Le foto che seguono valgono più di mille parole.
















In primavera si svegliano anche le vipere e dato che per raccogliere asparagi è necessario infilare le mani in mezzo alle frasche, fate attenzione che non ci siano serpenti lì dove mettele le mani, un morso di vipera è sempre meglio evitarlo, quindi prima di allungare le mani, scuotete con un bastone le frasche intorno all'asparago.

C'è uno strumento fatto apposta che sembra una specie di pinza in cima ad un bastone e permette la raccolta degli asparagi in tutta sicurezza.

Se avete troppa paura delle vipere compratelo.
 
# 1
ho diversi cespugli di asparigina,una eventuale potatura,faciliterebe l'emissione di nuovi getti(asparagi)? Qualora fosse opportuna qual'è il periodo migliore per effettuarla?
grazie
Di  Giampiero Avella  (inviato il 22/02/2015 @ 18:38:38)
# 2
@Giampiero Avella - Sarebbe opportuna e dovresti effettuarla adesso.
Un anno che decespugliai una siepe che ci separa dal vicino che era piena di rovi ed anche di asparagina, l'asparagina tagliata raso terra con la lama gettò un mucchio di nuovi germogli, asparagi, appunto, quindi la cosa funziona : - )
Di  Piton  (inviato il 22/02/2015 @ 19:18:27)
# 3
APPROFITTO DELLA TUA DISPONIBILITA' E PROFESSIONITA PER CHIEDERTI.
qUANDO SI INNESTANO LE DRUPACEE?
qUANDO SI INNESTANO LE POMACEE (C'E' DIFFERENZA TRA MELE E PERE)
qUANDO SI INNESTANO GLI ARANCI
QUANDO SI INNESTANO I MANDARINI
QUANDO SI INNESTANO I LIMONI
QUANDO SI INNESTANO I KAKI
SONO MOLTO INVADENTE,MA AVENDO ACQUISTATO UNA COPPIA DI INNESTATRICI,HO NECESSITA' DI DOCUMENTARMI A DOVERE,DATO CHE ENTRAMMBI VIVIAMO NELLA STESSA AREA,IO VIVO A TAORMINA
GRAZIE MILLE PER LA TUA CORTESE DISPONIBILITA'
Di  GIAMPIERO AVELLA  (inviato il 26/02/2015 @ 10:01:43)
# 4
@Giampiero Avella - Penso ci sia una incomprensione di fondo.
Io di professione non faccio il contadino e non ho grandi esperienze in merito.
La mia cultura è limitata alle esperienze ed alle informazioni che mi sono state necessarie "giocando" a fare il contadino, quindi a quello che mi chiedi non posso rispondere se non con un generico:
Gli innesti di solito si fanno all'inizio della primavera e questo vale per tutte le piante.
In autunno/inverno si fanno quelli a "gemma dormiente" ma, non ne ho mai effettuata nessuna, quindi nessuna esperienza.

Per quelli primaverili (adesso è il momento giusto)devi fare attenzione ai tagli che devono essere sterili, netti e senza sbavature curando sempre di far combaciare perfettamente la zona del "cambio" dell'innesto e del porta innesto.
Il resto delle informazioni che servono le trovi in rete.
Auguri di successo.

Di  Piton  (inviato il 03/03/2015 @ 11:02:28)
Anti-Spam: digita i numeri CAPTCHA
Testo (max 4000 caratteri)
Nome
e-Mail /NO Link


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.
Ci sono 1431 persone collegate al sito

< dicembre 2018 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
           

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Altre culture (4)
Amaro in bocca (12)
Arti e Mestieri (11)
Bugie (2)
Classici imperdibili (1)
Commenti (5)
Emozioni (16)
Il mio racconto del mondo (5)
Iniziale (1)
Luoghi (1)
Masturbazioni Mentali (9)
Nostalgie (4)
Societa' (55)
Tiro al volo (1)
Ulivi olive ed olio (10)
Una pianta alla volta (4)


Gli articoli più letti

Ultimi commenti:
@Michelle - Carta vetrata e poi acetone.Non usare altri sgrassanti a base acquosa.
02/12/2018 @ 09:06:16
Di Piton
No non ho lasciato nessun osso perchè intendo processarli e riarticolare lo scheletro una volta completati i passaggi per ottenere ossa pulite. Non so, la pelle sembra co...
01/12/2018 @ 14:49:02
Di Michelle
@Michelle - Aspetta che si asciughino un po' di più, vedrai che anche quelle parti potranno essere distese.Se dentro sono rimaste delle ossa allora sì, devi tagliarle via...
01/12/2018 @ 09:51:00
Di Piton
Grazie per la risposta, difatti l'ho appesa in un posto chiuso ma ben areato e sono riuscita a stenderla e ammorbidirla abbastanza. Ho un altro dubbio..la parte della pel...
30/11/2018 @ 13:27:48
Di Michelle
@Nicola - Quando la pelle è bagnata non si stira perché è elastica e tirandola ritorna subito nella condizione precedente.Devi stirare le macchie di asciutto man mano che...
29/11/2018 @ 10:29:36
Di Piton
@Michelle - Sì, puoi anche asciugarla al sole che, di questo periodo, non è molto caldo ma, stai attenta alla progressione dell'asciugatura.Le ultime fasi saranno veloci ...
29/11/2018 @ 10:26:04
Di Piton
Capisco, grazie mille lo stesso.. in ogni caso anche conciando all allume per renderla morbida, bisogna stirarla quando ancora bagnata e non aspettare che secchi, giusto...
28/11/2018 @ 23:00:05
Di Nicola



Titolo

Un'immagine alla volta
Click sopra per ingrandirla


Sputi di Coyote

Le immagini precedenti sono QUI

Fase di luna

moon phase info


Notizie

inTOPIC.it


Il tempo a



Libri aperti in giro
per casa

Il mio nome è Nessuno

(Valerio Massimo Manfredi)

La danza dei fotoni
(Anton Zeilinger)

Il cattolicesimo reale
(Walter Peruzzi)





Titolo


13/12/2018 @ 20:10:39
script eseguito in 76 ms