Crocifissi e stoccafissi
Di Piton (del 07/11/2009 @ 19:44:29, in Societa',  1341 lettori)
Cito un articolo dal blog di Uriel

....

Primo punto.

Le tradizioni non sono immortali.
Il tradizionalista tende a credere che le verita’ siano scritte in qualche passato remoto una volta ed una volta per tutte. Cosi’, se era tradizione in Egitto seppellire il faraone dentro una gigantesca piramide di pietra, ecco che… ecco che un cazzo. E perche’? Perche’ non c’e’ piu’ il Faraone.

E come, non era tradizione questo e quello? No, perche’ le tradizioni finiscono.

Allo stesso modo, a Roma c’era una tradizione, quella delle vestali.

Per undici secoli, bambine dell’eta’ di sei anni hanno ricevuto il “Te capio amata” dal pontifex maximus, e per trent’anni sono rimaste vergini, a indossare un velo matronale bianco (come fossero sposate) e a preparare il pane col sale.

La tradizione voleva che l’integrita’ di Roma dipendesse da loro, ed esse rappresentavano lo stato stesso. Trombarsi una vestale era considerato reato, per la precisione “incesto”, e il malcapitato veniva ammazzato a bastonate.

La malcapitata veniva messa in una stanza con solo una finestrella verso l’esterno, e lasciata a morire di fame, poiche’ la legge vietava a qualsiasi romano di profanare la figura di una vestale (toccarle senza il loro consenso equivaleva alla condanna a morte, e persino i magistrati dovevano cedere loro il passo) e quindi nessuno poteva torcergli un capello.

Successe circa una volta per secolo, cioe’ undici volte.

Sebbene la tradizione delle vestali fosse consolidatissima, essa fini’.
Morale della storia, le tradizioni finiscono, e le radici si rompono, per quanto importanti siano state.

Cosi’, adesso mi accingo a dirlo: il cristianesimo e’ STATO una importante radice dell’europa, e HA FATTO parte della tradizione culturale europea. Oggi non piu’.

Ripeto: oggi non piu’.
E sarebbe ora che qualcuno abbia il coraggio di dirlo.

Questo non significa che io tolga valore al cristianesimo come passato europeo.

Che il cristianesimo sia IL PASSATO dell’ Europa nessuno che sia sano di mente oserebbe dubitarne. Ma nessuno che sia sano di mente dovrebbe sognarsi di affermare che il cristianesimo sia IL PRESENTE dell’ Europa.

Innanzitutto, nessuno dei suoi valori informa piu’ il pensiero europeo.

Quando dite che la persona “ha dei diritti” non state ragionando in senso cristiano, perche’ in senso teologico la persona non dispone di alcun diritto, ne dispone Dio.

Non esiste, e non e’ mai esistita, un’idea quale il “diritto” di qualcuno a qualsiasi cosa nel pensiero teologico umano. Perche’ se si affermasse che la persona ha, che so io, il diritto intrinseco a qualcosa, come dire a vivere, si sarebbe portati a pensare che Dio non glielo possa togliere per capriccio.

Cosa che non e’, visto che e’ innegabile(1) il fatto che a Dio, secondo i cattolici, e’ dato il diritto di togliervi la vita se gli va. Cosi’, il solo fatto che voi possiate pensare di avere dei “diritti” mostra quanto S-cristianizzati siate. Se foste veri cristiani, non pensereste di avere dei diritti, ma di essere in mano alla Provvidenza.

Punto.

E il solo fatto che un pagano spiritista debba venirvi a spiegare le basi della vostra religione, perche’ non le conoscete, fa capire quanto io abbia ragione.

Potrei mostrarvi la vostra profonda ignoranza,facendovi delle domande trabocchetto banali banali, come per esempio “gli angeli hanno la fede?” oppure che so io “Satana satana puo’ essere considerato un buon cristiano?” per fottervi come tanti salamini appesi alla trave.

E questo per una seconda proprieta’ che il “cristiano” di oggi ha: non conoscere per una cippa la propria religione.

Non servono prove cosi’ complesse, del resto, per mettere in crisi i piu’: potrei limitarmi a chiedervi quale sia il primo dei vostri doveri di cristiani. E non me lo sapreste dire.

Bene, allora ve lo spiego io (prova a fortiori) che sono pagano: il vostro primo dovere dovrebbe essere quello , secondo Paolo (ho scelto una voce abbastanza autorevole?) di essere “alter Jesus”, ovvero di essere come Cristo. Secondo la religione che DITE di professare (ma della quale sapete, nella media, meno di zero) voi tutti dovreste passare la vita a chiedervi “come si comporterebbe Cristo in questa situazione? Che cosa farebbe Lui?”.

Di fronte a qualsiasi dilemma esistenziale, dovreste chiedervi non tanto “cosa dice la bibbia?”, come se foste dei Testimoni di Geova qualsiasi, ma avendo ricevuto il Vangelo VOI dovreste chiedervi “cosa farebbe Lui adesso?” Lo fate? Vi comportate , ogni giorno, come si comporterebbe Lui? No, non lo fate.

Nessuno di voi lo fa.

Da bravi farisei (2) vi limitate a fare quello che avete sentito dire sia cristiano, praticate un cristianesimo “a braccio” , una “fede un tanto al chilo”, come se un tizio pensasse di essere mussulmano perche’ non mangia la mortadella e fa 20 flessioni al giorno rivolto verso la sede di Doner Kebab GMBH.

Non siete cristiani.

Il vostro cristianesimo deriva spesso da posizioni politiche, al punto che se chiedessi se siete d’accordo a seppellire i feti abortiti nei cimiteri , poiche’ erano vivi, molti di voi presi da furore antiabortista direbbero di si’.(3) E questo errore orribile lo fareste perche’ avete una visione politica del cristianesimo, perche’ l’agenda politica ha preso il posto della spiritualita’.

Mi sembrate come Dacia Valent, che si e’ inventata un “femminismo islamico”: certo che puoi farlo, se sei abbastanza lontano da chi puo’ censurarti….. Cosi’, vi siete inventati il “cattolicesimo forzitaliota”, un’ entita’ pataculturale che mescola una serie di pose ridicole , una serie di assurde pretese che mescolano un finto pudore figlio di un senso dello scandalo che non avete piu’(che non percepireste neanche se vi apparisse di fronte con mezzo metro di cazzo eretto), sommato ad una specie di ridicola affezione verso particolari insignificanti dell’estetica cattolica e un inverecondo amore verso qualsiasi minchiata riusciate ad attribuire al vostro defunto bisnonno, e che per questo riuscite a definire “tradizione”.

Beh, ho una notizia per voi: non tutte le minchiate che faceva il vostro bisnonno sono “tradizione”.
E non lo saranno neppure se alla pletora di idioti si unisce il papa’ del vostro bisnonno, e tutto il paesello dal quale venite.

Se il vostro bisnonno si metteva addosso (ammesso che lo facesse davvero) qualche ridicolo vestito, ascoltava qualche strimpellatura da coglioni, si dedicava a balli ridicoli , chiamava digiuno la fame che provava ogni giorno qualora la provasse in certi giorni, andava in chiesa dichiarando di fare questo e quello, beh, non frega piu’ un cazzo a nessuno.

Cosi’, ripeto, ho cattive notizie per voi: non solo e’ morto il cristianesimo, con tutte le sue “tradizioni”, ma c’e’ di peggio. IL CATTOLICESIMO E’ MORTO. ED E’ MORTO PER COLPA DEI CATTOLICI.

Non vi piace sentirvelo dire? Ecchisenefotte.

Siete voi che avete smesso di provare ad essere “alter Jesus”. Siete voi che avete sostituito alla vostra religione i suoi feticci. Siete voi che avete ridotto la dottrina cattolica ad un manuale di pratica ginecologica e di stardard riproduttivi. Siete voi che avete smesso di studiarne i precetti, e specialmente il significato. Siete voi che oggi non riuscireste a passare un esamino di dottrina cattolica che un tempo era il minimo richiesto alla comunione. Ma la cosa peggiore, e’ che non sapete nemmeno il perche’.

Io ho smesso di essere cristiano, e quando dico che ho smesso dico che SO CHE COSA HO LASCIATO.

Il che significa che, con ogni probabilita’, della vostra religione so piu’ del forzitaliota medio, anzi: so piu’ del forzitaliota campione di fede. E non parlo di cose come “cosa dice la chiesa sull’ Aborto”, perche’ non e’ la parte piu’ importante del cattolicesimo. Potrei stupirvi spiegandovi cosa dice il cristianesimo della ricchezza, quella che considerate (come foste protestanti) un oggetto di adorazione. Potrei spiegarvi cosa pensi il cristianesimo degli altri popoli, e dell’accoglienza.

Perche’ io SO CHE COSA HO LASCIATO.
L’ho lasciata proprio perche’ la conoscevo, e non mi andava bene.
Perche’ non aveva senso lasciare qualcosa senza un perche’.

Ma voi avete compiuto un’azione come quella di distruggere la vostra stessa religione, e come se non bastasse lo avete fatto senza un perche’.

Voi avete ridotto la vostra religione ad un mix di posizioni politiche plebee quanto superficiali, l’avete degradata riducendola ad un manuale di tecniche di fecondazione, l’avete snaturata perdendone il senso primario (ovvero quello di vivere chiedendovi come avrebbe vissuto Cristo al vostro posto) , sostituendo a questo senso primario ogni minchiata abbiate sentito dire al vostro superstizioso nonno, e lo avete fatto senza un perche’. Per questa ragione ritengo che il crocifisso non debba stare nelle aule.

Per prima cosa, perche’ fuori da quelle aule non c’e’ nessun crocifisso.
E non mi riferisco ai muri.

Perche’ voi state cercando di appendere ad un muro qualcosa che non avete piu’ dentro. Mi riferisco alle persone. Non ci sono i cattolici. Ed e’ per questo che quel pezzettino di legno non significa piu’ nulla. Quella roba voi la volete dentro le aule perche’ pensate che quel pezzo di legno sia la vostra religione. Ma nel fare questo siete idolatri, se soltanto non foste cosi’ stupidi da capire la differenza tra un simbolo ed un idolo: bene, signori, state trattando il crocifisso come un idolo, non come un simbolo.

E no, non vi spiego la differenza, perche’ il fatto che un pagano spiritista la conosca e voi no testimonia quanto MORTO sia il cristianesimo dentro di voi.

Il cristianesimo e’ morto. Per colpa vostra. E andare al funerale in lacrime non e’ un alibi.
Figuriamoci un atteggiamento feticista(4) verso il crocifisso.

Andate straparlando di simboli e di identita’.
SAPETE ALMENO COSA PENSA LA VOSTRA RELIGIONE, DI SIMBOLI E DI IDENTITA’?

Sapete qual’e’ il simbolo del cristianesimo?
Eppure e’ NELLE SCRITTURE.
Beh, ve lo spiego io. La VOSTRA religione dice che non vi si dovrebbe riconoscere per vestiti o per altri segni, ma per come vi portate l’uno con l’altro COME FRATELLI. Lo dice la VOSTRARELIGIONE. QUESTO, e non IL CROCIFISSO, era il simbolo dei cristiani. Era. Quando esistevano. QUESTO, cioe’ l’amore fraterno, e’ il simbolo del cristianesimo. Non il crocifisso. Non la politica. Non la tradizione. Non la cultura. Non la bandiera. Non le cazzate del nonno.

La vostrareligione SA BENISSIMO cosa sia un simbolo, e se vi foste presi la briga di studiarla lo sapreste. L’unico modo che avete di avere addosso i simboli del cristianesimo, E LO DICE LA VOSTRA RELIGIONE, e’ quello di comportarvi come fratelli gli uni con gli altri, cosicche’ gli altri vi distinguano per questo. Ma non lo fate.

Perche’ non siete piu’ cristiani.
Non comportandovi tra voi come cristiani, cioe’ in modo che la fratellanza brilli agli occhi di chi vi guarda, voi non avete ADDOSSO alcun segno della vostra sedicente religione.

Ed e’ per questo che lo volete nelle classi: non lo avete addosso.Non lo avete dentro. Beh, allora ho l’ultima notizia per voi: il VOSTRO profeta , Cristo, non voleva vedere il segno del cristianesimo addosso alle pareti. Lo voleva vedere addosso a voi. E no, quel simbolo non era il crocifisso: secondo la VOSTRA religione, l’unico simbolo che vi dovrebbe distinguere dagli altri e’ la fratellanza che provate e praticate tra voi.

Che non c’e’.

Ma non perdo neanche il tempo a dirvi dove sta scritto, che i cristiani dovrebbero distinguersi dagli altri per l’amore fraterno con cui si trattano a vicenda. Non perdo tempo a spiegarvi perche’ il crocifisso NON puo’ essere SUFFICIENTE a portare il cristianesimo (o Cristo) dentro un’aula, perche’ se cosi’ fosse sarebbe un idolo: siete idolatri e non sapete il perche’. E non puo’ essere evocato per far seguire i suoi valori, perche’ se cosi’ fosse sarebbe un rito feticista come quello del voodoo: siete feticisti, e non sapete il perche’. Perche’ non conoscete la religione che dite di praticare.

E per questo e’ morta: non sapete il perche’.

In fondo, io che l’ho semplicemente abbandonata, sono stato piu’ misericordioso e rispettoso di voi che la profanate con la vostra ignoranza. Io, almeno, i perche’ li avevo.

Uriel

(1)No, non sto aprendo un dibattito, vi sto solo spiegando come stanno le cose per i cattolici. Se vi illudete di poterla pensare diversamente e’ solo perche’ siete lontani dal centro , e lontano dal centro nessuno vi vede, e potete fare quel che vi pare. Osaste dire il contrario in Vaticano, di fronte ad un teologo, verreste immediatamente zittiti.

(2) Dovrei spiegarvi anche cosa siano i farisei. No, non lo faccio. Se non lo sapete , e’ perche’ non siete cristiani. QED.

(3) No, non si puo’. Non si puo’ se non sei battezzato. E non puoi essere battezzato se non respiri. E mettere un feto abortito in terra consacrata era considerato una cerimonia satanica , perlomeno profanatoria, e punito con la morte fino al ‘600.

(4) E no, non vi spiego neanche perche’ siate praticando un feticismo del crocifisso, come se foste seguaci del vodoo. Se siete cosi’ ignoranti da non capirlo, beh: QED.


Fine citazione

Secondo me in questo articolo di Uriel c'è tutto ciò che serve a capire la situazione complessiva odierna.
 
Nessun commento trovato.

Anti-Spam: digita i numeri CAPTCHA
Testo (max 4000 caratteri)
Nome
e-Mail /NO Link


Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.
Ci sono 974 persone collegate al sito

< gennaio 2018 >
L
M
M
G
V
S
D
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
       
             

Cerca per parola chiave
 

Titolo
Altre culture (4)
Amaro in bocca (12)
Arti e Mestieri (11)
Bugie (2)
Classici imperdibili (1)
Commenti (5)
Emozioni (16)
Il mio racconto del mondo (5)
Iniziale (1)
Luoghi (1)
Masturbazioni Mentali (9)
Nostalgie (4)
Societa' (54)
Tiro al volo (1)
Ulivi olive ed olio (10)
Una pianta alla volta (4)


Gli articoli più letti

Ultimi commenti:
@Massimo - Propongo di potare sempre "il giusto" anche perché per fare le olive all'albero servono comunque i rami dell'anno prima, se ne levi troppi riduci anche le poss...
12/01/2018 @ 18:50:11
Di Piton
Ciao Piton.So che l'olivo fa olive un anno sì e un anno poco,e che per ridurre questo "distacco"si dovrebbe concimare e potare in un certo modo!Molte piante hanno fatto ...
12/01/2018 @ 15:37:45
Di Massimo
@Nardini Giuseppe - Forse ho capito ma, se chiami stampo qualsiasi cosa non è facile Piuttosto che "stampo di legno" forse è il supporto di legno che servirà a tenere ori...
08/01/2018 @ 09:16:32
Di Piton
mi sono spiegato male una volta che ho ottenuto lo stampo in negativo fatto con gomma siliconica lo devo fissare allo stampo di legno e qui è il problema non so come inco...
07/01/2018 @ 11:31:48
Di Nardini Giuseppe
@Nardini Giuseppe - Non ho capito benissimo qual è il tuo problema.Hai fatto lo stampo di un foglio di miele che poi sarebbe quel foglio a cellette esagonali fatto di cer...
05/01/2018 @ 10:51:36
Di Piton
Ho fatto uno stampo in gomma siliconica di un foglio di miele che va messo dentro le arnie il mio problema e non riesco a incollarlo allo stampo che è di legno
04/01/2018 @ 16:07:28
Di Nardini Giuseppe
@Simone - In soldoni bisogna eliminare tutto ciò che non è derma.Quindi grumi di grasso e striscioline di muscolo rimasti dalla scuoiatura che si riconoscono facilmente p...
03/01/2018 @ 11:38:34
Di Piton



Titolo

Un'immagine alla volta
Click sopra per ingrandirla


Sputi di Coyote

Le immagini precedenti sono QUI

Fase di luna

moon phase info


Notizie

inTOPIC.it


Il tempo a



Libri aperti in giro
per casa

Il mio nome è Nessuno

(Valerio Massimo Manfredi)

La danza dei fotoni
(Anton Zeilinger)

Il cattolicesimo reale
(Walter Peruzzi)





Titolo


17/01/2018 @ 19:19:25
script eseguito in 88 ms